Blog: http://ricchiuti.ilcannocchiale.it

Inattuali del 06 e 09-05-06

Il superblog delle sinistre litigarelle Msn, Sinistrainweb (http://sinistrainweb.splinder.com ), ha nei links l'Istituto Aspen, il think tank di Tremonti e Giuliano Amato, e la Fondazione Italianieuropei di Massimo D'Alema.

Ma quel che spicca è il banner-link in home page di Tocqueville.it (www.tocque-ville.it), il portale dei principali blogs che si riconoscono nel centrodestra e diretta emanazione sul web della rivista che più destra non si può, Ideazione.
E pensare che si è tanto favoleggiato e bamboleggiato sulla purezza sinistra ed izquierdista dei links.Un dubbio : ma Sedorf lo sa ?
 
Nel frattempo ho colto l'occasione di scoprire una cosa nuova.Il nuovissimo e smagliante blog di Lorenzo, Krudelik (http://krudelik.ilcannocchiale.it), sulla piattaforma del Cannocchiale.Considerando che la prima volta si era presentato da quelle riformiste parti con un eremo eretico e vestito da reverendo, il sottotitolo dei nuovi panni che è un inno alla crudeltà mentale rappresenta se non altro continuità intellettuale.O che la farsa sulla tragedia a volte scatta prima. 
°°°
 
Un link di destra, io che leggo tutti e so tutto di tutti, ce l'ho.
E'una delle mie letture quotidiane fisse.
E può soddisfare le caselle e le maschere di quasi tutti.
E' stato comunista e poi missino.Ha votato Berlusconi e ora lo disprezza.Sta nel centrosinistra ma facendo lo schizzinoso.
Ha scritto sull'Indipendente di Giordano Bruno Guerri ma non è riuscito a farsi pagare.
Considera il cristianesimo una marea di cavolate e la Chiesa Cattolica come il Nemico ma conosce la produzione vaticana e le lettere ai santi come neanche uno di Cl.
Fa parte della direzione dei Radicali Italiani e considera Pannella non troppo male sennò lo caccia dal partito.
Fa il ginecologo e pratica rapporti anali con una donna di vent'anni laureata in Legge.Ci si è messo insieme perchè così aveva la speranza di incularsi un possibile e futuro magistrato.
Mi ha odiato visceralmente, perchè lui fa così, ma poi mi ha anche baciato, perchè non aveva capito chi fossi cambiato il nick.
Sta pieno di soldi, non fa il napoletano e ha scritto per anni le letterine ai giornali.Fuma per niente e non ascolta blues.
Il blog di Luigi Castaldi, medico scrittore da Ischia, è tutto quel che c'è nella destra liberale italiana : http://malvino.ilcannocchiale.it
°°°
 
Beccatevi intanto, che l'editoriale politico si avvicina, quest'articolo di Vecellio a proposito di Casa Pratesi e gli odori dell'ambientalismo italiano e non.
 
---
 

Non tirare l’acqua del water, niente rigatoni, niente doccia, camicia sporca. E la chiamano difesa dell’ambiente…

di Gualtiero Vecellio
 
Si può parafrasare George Clemanceau, quando diceva che “la guerra è cosa troppo seria per lasciarla fare ai generali”: anche l’ambiente è cosa seria; troppo seria per lasciare che se ne occupino solo gli ambientalisti; o, almeno, certi ambientalisti.

La notizia è di qualche giorno fa: il sindaco di Londra, Ken Livingstone, personaggio eccentrico come solo i britannici sanno esserlo, e che si situa alla sinistra del partito laburista al punto di essersi guadagnato sul campo il soprannome di “Ken il rosso”, tra una contestazione e l’altra a Tony Blair se n’è inventata una delle sue: ha fatto sapere che per risparmiare acqua, centellina l’uso dello sciacquone del suo water; insomma, per dare il suo contributo al risparmio dell’acqua, in pratica ha trasformato il suo bagno in una specie di camera a gas.

Ci si ride sopra? No, anche perché il problema esiste, assicura Fulco Pratesi, presidente del WWF: “Ad ogni scarico si buttano via dai venti ai cinquanta litri”. Non è dato sapere che tipo di “scarico” abbia in dotazione Pratesi: però, a occhio, dev’essere qualcosa che assomiglia alle cascate del Niagara; quei venti-cinquanta litri sembrano decisamente eccessivi.

Ma non è neppure questo il punto. Quello che colpisce - e approssimandosi la stagione dei sudori rischia di atterrire eventuali malcapitati vicini – è apprendere che in nome del risparmio energetico e acquatico, Pratesi ha deciso di fare economia nelle abluzioni: “Lo predico da una vita. C’è gente che si fa il bagno ogni giorno cento litri di acqua saponata che inquinano i fiumi. Io me lo faccio una volta alla settimana, il sabato, nella vasca piccola e con poca acqua, senza schiuma. Non siamo così sporchi, anzi più uno si lava e più attiva certi processi di reazione nella pelle. Il cavallo mica si fa il bagno eppure profuma di petunia”.

Cavalli che olezzano di petunia? Quand’è capitato di frequentare maneggi e scuderie gli odori aspri e forti che accadeva di respirare a tutto facevano pensare, ma non alla petunia. Ma al naso, come al cuore, evidentemente, non si comanda. Non è la sola bizzarria “pratesca”: fare il bagno, sostiene, è uno spreco: cento litri d’acqua, come ci è stato spiegato; e la doccia? Farsene una al giorno è un’esagerazione, stabilisce sicuro: “Basta una ogni tre giorni. Poi certo, bisogna lavarsi a pezzi: piedi, parti delicate, ascelle, strofinando dove serve…Per tornare allo sciacquone: “C’è una cassetta con il doppio dosatore. Prima con mia moglie ci davamo il turno, il secondo tirava giù l’acqua”. E ancora: “Perché cambiare ogni giorno, solo per una ombreggiatura del collo? Io lo faccio ogni due. Ed era meglio quando si staccavano colletti e polsini”. E per quel che riguarda le lenzuola, è opportuno cambiarle “solo” ogni due settimane.
Insomma, discorsi alla Totò, Peppino e i fuorilegge di Camillo Mastrocinque: quando appunto Titina De Filippo si scandalizzava perché il marito Totò azzardava di dover fare il bagno dopo un paio di settimane, e indossava una camicia fatta solo di polsini e colletto. Ma il film di Mastrocinque, Totò e De Filippo voleva strappare risate; Pratesi parla invece sul serio.

Anche a tavola, occorre fare attenzione: meglio gli spaghetti dei rigatoni, perché i primi cuociono in cinque minuti, gli altri in undici; e dunque si risparmiano ben sei minuti di gas.
Peccato davvero che tanto lodevole impegno ecologista comporti qualche inconveniente: Pratesi usa più la bicicletta dell’automobile: “Anche se con l’inquinamento mi sono beccato l’enfisema e il medico pensava che fumassi tanto”. E adesso, con permesso: dopo aver tirato lo sciacquone, chi scrive va a farsi una lunga doccia; e poi, dopo aver indossato una camicia fresca di bucato, va a mangiare un buon piatto di rigatoni.
°°°
In Italia comandano i morti, l'ha detto Bellocchio e si riferiva, si può fare e ne sono sicuro, anche a Napolitano Giorgio, il neoPres.
I sensi di colpa del sistema, i rimproveri al e nel mondo calcio sorpreso(si ma piuttosto con le pive di una assoluzione inaspettabile da questi rozzi dell'opinione pubblica nel sacco).
I penosi articoli come esercizi di autocoscienza degli juventini che quasi chiedono scusa, le dimissioni di Carraro come quelle del potente espiatorio che non mancano mai in questi casi e ci vendican tutti.Con una archiviazione richiesta dal piemme stesso e a sette mesi di distanza dalla chiusa fascicolazione in archivio.Ripeto, sarò sordo a certi richiami ad orologeria fondati sul nulla e sorreggo un malaugurabile realismo di base verso i tellurismi della base, ma di cosa state (s)parlando ? E poi il mezzo usato, le intercettazioni vendute un tanto al bip bip, suvvia è roba da Berlusconi, pro e contro.
 
La moglie di Cecchi Paone quando Cecchi Paone in materia di sesso preferiva dare piuttosto che ricevere ha asserito che l'ex consorte "è un uomo che in caso di bisogno ti tiene le mani tutta la notte".Forse dal sen fuggita un "E che te ne fai" renderebbe se non l'onore alla sua femminilità dignità alla sua intelligenza.
Napolitano ? E' un brodino.Qualcuno dice una pappamolla.
Qualcun altro, e forse non sbaglia, lo reputa un uomo buono a tutte le stagioni che si legge pronto a (subire) tutte le occasioni.
°°°
Intanto che sul web e ogni dove stanno riscrivendo l'esito degli ultimi venti campionati, quelli sicuramente truccati, mentre per i precedenti venti non c'è prescrizione che tenga e qualunque cinismo da così va il mondo vien spezzato a colpi dell'Altro mondo quello possibile perchè così non vada l'Italia se non fuori dal mondo, da qualche parte nell'universo me, myself, mine continua a garantire beffardo imperterrito e colluso, in cerca di  protezione da altrettanto collusi, mafiosi, nazifasci e stupratori.E tutto questo ben di Dio da solo, senza manco mai affogarsi.
Baciamo le mani,.. volevo dire, più dinamico e moderno, Robb de matt.
°°°
Izzo chiede pagando perizie favorevoli e le avrà.La sua certificazione di pentito inguaia gente è al di là di ogni ragionevole dubbio.Secondo il suo giudice Mancuso, che lo ha usato per dar soddisfazione ai parenti delle vittime a Bologna ('80) , Izzo è credibile perchè doppio.E' credibile perchè intuisce ciò che gli si vuol far dire e s'avverte la sua ansia nel ribadirlo contentando i suoi interrogatòri.Al di qua e al di là del Bene, al di qua e al di là di ciò che sa.
Al parentado delle stragi è sempre sembrato uno scambio equo : innocenti colpevoli per innocenti uccisi.

Pubblicato il 9/5/2006 alle 16.32 nella rubrica Caro Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web