Blog: http://ricchiuti.ilcannocchiale.it

We love you, Liala 2 e 3

C'è una bellissima scena in The Believer, allorquando il giovane giudeo incammellato secondo gli usi e costumi del popolo eletto alza il braccio a salutarsi romanamente allo specchio.

Il giorno dopo e già mi sono un pò rotto il cazzo del figlio di Paolo Onofri.
 
L.
 


---

 
Stasera mi voglio vedere Berlusconi-Prodi su La 7 col commento sottobanco di Ferrara.Tante malignità dopo e belle fighe che devono giustificare il cachet ostentando o facendosi credere pure intelligenti al contrario dei giornalisti uomini dai quali nessuno s'aspetta niente.Se non ci riescono Giulianone le chiama troie come fosse un vezzo anticonformista e loro dovranno pure far manina alla mamma che le guarda.
Speriamo ci siano quelle giovani giovani, così il rischio di zimbellaggine aumenta inversa proporzione al gettone di presenza grosso come un perizoma.Il rischio per loro e la goduria per me.La Jebreal non va perchè sennò le dicono negra ma la Rodotà tutta felice non la scampa.I negri son più furbi dei gentili.
Non pago il condominio da tre mesi. la mamma dell'amministratore mi sorride gentile e mi tiene aperta la porta dell'ascensore, non dico niente a parte i morti che mi tengo per me.Vorrei morissero tutti, o loro che prendon l'ascensore contro di me.
E non si dice nè mi voglio e nè mi tengo.
 
L.

Pubblicato il 3/4/2006 alle 20.50 nella rubrica Liala.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web