Blog: http://ricchiuti.ilcannocchiale.it

La serata erotica ideale

Cena in locale moderatamente illuminato e con odori neutralizzati.Lei trucco leggero, capelli alzati e raccolti a mostrare l'ovale del volto, vestito sensuale e sobrio che lasci spalle e collo scoperti, tutto ciò che indossa, scarpe comprese, acquistato da me e lei insieme quella mattina stessa.Io, spezzato confortevole in gradazioni di blu (più scura la giacca, più sportivi i calzoni), filo di barba solito, occhiali da vista lievemente azzurrati.

Conversazione piacevole quanto parca, lei mangerà con appetito e molto più di me, a me basta un bouquet di bianco.
Piccole galanterie non affettate ed inattese.
Conclusione: in camera da letto senza dire una parola, il suo vestito a terra.
Gambe divaricate, mani che si aggrappano al comò con le foto di famiglia, matrimonio, genitori, figli.
Ed un solo suono.Quello del frustino di pelle d'ippopotamo.

Pubblicato il 31/1/2006 alle 12.17 nella rubrica Versi infamanti.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web