Blog: http://ricchiuti.ilcannocchiale.it

Morte di un giornalettista- Cap. 5, A quel giro confermarono Ciao Darwin (e non Capello)

C’è un chiattone che lavora affianco, è grasso da far schifo ma ha solo un pallone di pancia che ha le gambe strette. Una volta ha stramazzato al suolo e da allora dorme con l’ossigeno tutte le sante e lunghe notti della sua inutile esistenza. Fa sempre la parte dello spaventapasseri e creditori ma è buono, non come certa gente che conosco io che su quello stesso viale passa con la macchina in retromarcia sui bambini di cinqu’anni. Sui piedini per vederli zampettare che dicono ci sia tutto il tempo, a cinqu’anni, poi per recuperare. Lui no, il burbero benefico. Lui è buono, lui. Porta da mangiare ai gattini. Gli uccellini. Largo, largo.
Qualcuno poi mi spiegherà come fa una donna violentata a non saper descrivere alla Polizia se quelli che l'hanno penetrata eran slavi. O nord africani.

 


Pubblicato il 28/6/2007 alle 17.36 nella rubrica Morte di un giornalettista.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web