Blog: http://ricchiuti.ilcannocchiale.it

App.col sent-16/05/07-

a cura del Sor Ricchiuti

Qualche volta vi sarà capitato di far conversazione con qualcuno della nuova generazione. Uno o una di questi nati dopo il 1980, spartiacque per tante cose, dalle stragi alle magnifiche e progressive dell’edilizia. Purtroppo mai più ritornate, dico le seconde per quanto anche le prime, non che non abbian dato base e stabilità e un tetto ideologico sicuro a fondamenta di questo paese. Dicevo dei neo ggiovani. Quelli che prenderanno direttamente il posto di Andreotti, mi sa e gliel’ho detto, senza passare da noi, generazion di mezzo. Ridotti, da eterni in cerca di sistemazione tra scenari mobili, da Carosello a Youtube passando per Di Pietro, l’Urss, Bettino, le Br vere ed il Muro di Berlino, a comprimari, un po’ guardoni, dagli eventi epocali di cui abbiamo capito al momento troppo spesso manco mezza e che forse non saremo utili, nell’epoca mediatica di archivi e d’Internèt, manco nel raccontarla. Questi qui sono diversi, ma non perché non si nasca tutti uguali a far tutti le cose di sempre, è solo che bisogna arrendersi, c’è chi nasce col progresso e chi vissuto o meno per la Storia fa lo stesso. Prenderanno loro direttamente le consegne dal Potere dei nostri padri, loro nonni, e bisogna curarsene e crescerseli ora finché si è in tempo, prima che scoprano che sotto l’età non c’è nessuna cattedra. Attenzione piccini, quando vi parleranno di “valori” che non avete sarà solo per fregarvi. Quando vi diranno che siete figli di una età scosciata e per i belli, ricordatevi che è bello solo ciò che è bello e quel che è bello non è solo a voi che piace. Per non parlar di tutto ciò che c’è su piazza comodamente da orecchiare di intrusivo e di volgare. Ripetete appresso a me, ogni qual volta vi parleranno di Endemol e liceità della programmazione Rai metter mano alla pistola.

http://giornalettismo.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=1485600




Pubblicato il 17/5/2007 alle 7.54 nella rubrica Appuntamento col sentimento.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web