Blog: http://ricchiuti.ilcannocchiale.it

App.col sent-15/05/07-

a cura del Sor Ricchiuti

Certamente molti di voi ricorderanno (si, come no) la vicenda di Jean Charles De Menezes nella Londra afosa e sotto shock del 2005, post attentato di Al Qaeda. Niente, un ragazzo brasiliano di neanche trent’anni fu intercettato ed abbattuto dalle forze antiterrorismo, cioè la polizia di tutti i giorni con la licenza di uccidere, nella Metropolitana cittadina. Se ne dissero, ed inventarono, di tutti i colori. Che il brasileiro avesse intrapreso la fuga senza fermarsi a rispondere, gentilmente, all’Alt intimatogli. Che avesse opposto resistenza, e violenta, di quelle, sapete com’è, quelle tipiche che fan gridare subito la polizia di tutto il mondo alla legittima reazione. Quelle, per intendersi, cranio nudo contro manganello e pistola, l’aggressione più inaudita e scervellata che ci sia. E di certo, visto che tutto il mondo è paese e figurarsi la polizia, figuratevi se Scotland Yard faccia eccezione. Comunque. Obbedire agli ordini val bene una messa, e non c’è giustamente responsabilità per chi ubbidisce, che lo ordini la destra o la sinistra. Però, considerando che lo “shoot to kill” lo impartì il governo laburista e che non c’è stata alcuna liquidazione del danno, ora che stiamo salutando Tony Blair come liquidatore di tante cose, tra cui la vecchia e ferrosa sinistra, non dimentichiamo che ha lasciato pure qualche buffo


http://giornalettismo.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=1484110

Pubblicato il 15/5/2007 alle 21.53 nella rubrica Appuntamento col sentimento.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web