Blog: http://ricchiuti.ilcannocchiale.it

App.col sent-14/05/07-

a cura del Sor Ricchiuti

Luca Barbareschi è un ex bambino abusato. A rivelarcelo, a raccontarci l’ ennesima, purtroppo(sia per chi ne parla che per chi ne ascolta), storia di infanzia disturbata, di quel tormentone mediatico che corrisponde al nome di pedofilia è stato egli stesso. L’attore. Il consumato entertainer, lo stimato gigione, il prelibato ed affascinante uomo di teatro e mille storie di fantasia ha confessato di aver subito le attenzioni particolari dei suoi maestri di vita. Ovviamente preti. Prima uno, poi l’altro, magari anche l’altro ancora. Ora. Qui nessuno è così infame o così incosciente da voler dire quel che viene sin troppo spontaneo e facile da pensare, considerando la carriera e il vittimismo storico del “boicottato dalla sinistra”. Nessuno sarà così ingenuo dal mettere nero su bianco di aver collegato questo a quello, magari falso ricordo a falso ricordo, nel filone principale della memoria di quell’uomo. Siamo ancora in pieno Family Day, in un clima di riscoperta della realtà evidente ed almeno le famiglie delle scarcerate di Rignano, da questa ritrovata luce, son state fatte salve. No, dico, appunto, evidenza per evidenza, prima uno poi due poi tre, ma non si era detto che chi tace acconsente ?



http://giornalettismo.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=1482570









Pubblicato il 15/5/2007 alle 21.47 nella rubrica Appuntamento col sentimento.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web