Blog: http://ricchiuti.ilcannocchiale.it

No al razzismo

 

Secondo gli ultimi dati, fidatevi, dicon tutti così, il turismo sessuale al femminile sarebbe in considerevole aumento.A prescindere dall'eterno dibattito sul "ste cose si son sempre fatte, le han sempre fatte, così fan tutti", che le turiste sessuali godano di ottima stampa è innegabile ed evidente.
Fateci caso.Basta per rilevare statisticamente il dato del turismo sessuale al maschile semplicemente conteggiare le carte d'imbarco declinate al maschile.Ogni uomo approdato nei paradisi sessuali viene annotato e registrato come in gita di piacere, salvo rappresentanze diplomatiche, organizzazioni umanitarie, consolati, imprenditori in trade e ragionieri in join-venture.
Le donne tendenzialmente no, invece.Sono al di sotto di ogni sospetto.Eppure è un costume oramai invalso andarsi a prendere piacere disponendo ora mediamente delle medesime possibilità medie, sia economiche che morali(cara, non ti lascio neanche se non torni più, si chiama impresa familiare) di un qualsiasi geometra della Brianza così vituperato e vituperando.Anzi, oggi è ancor più facile dato che il consenso sociale nei condominii casermoni non è più richiesto e a stento ti riconosce qualcuno, specie se sei felice.
Però, ripeto, il trattamento stampa deve finire.Perchè si fa un torto all'intelligenza ed alla libertà di queste procacciatrici di piacere dove c'è e dove pare a loro.
Basta con il doppio binario, segno di inciviltà e specismo.
Basta con i films pensosi nei quali una donna che "profitta" di carne consenziente deve esser rappresentata come una persona in cerca di tutto tranne di quello per cui è in cerca.Basta con l'annacquare questo umanissimo do ut des in pelosi stereotipi, della serie, se il panzone della Brianza paga per scopare la ragazza delle morositas lo fa perchè lui è un porco, lei una vittima ed i soldi mancia, se la moglie del panzone della Brianza paga per scopare il ragazzo delle morositas anzitutto, in primis, fermi tutti, lei non ne avrebbe proprio bisogno, algida, insindacabile, eterea scommessa con l'umanità e sfida alle profondità remote dell'inaccessibile Essere.Chiarito questo si sa che per un uomo non è violenza fare sesso con una donna, dato che si sa che comunque alla fine vengono e questo estingue il reato.E poi pagare suvvia, un contributo generoso per i delicati momenti ai quali ripensare uggioso e innamorato mentre la pensa su quell'aereo che la riporterà in Brianza.
Insomma, ci siamo capiti.
Mica voglio smontare il film.No.
Ma basta con il privilegio semantico da una parte sola.
Da oggi in poi, niente più turisti sessuali ma "belli, soli, in cerca di conoscenza che van a sperimentare".
Ipocrisia ha da essere, per carità.Mica vogliamo cambiare il mondo.Ma per tutti.
Tutti gli orgasmi son eguali.

Pubblicato il 8/11/2006 alle 13.21 nella rubrica Vado a letto dopo Ricchiuti -rubrica di non affiliazione.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web