Blog: http://ricchiuti.ilcannocchiale.it

Siamo tutti camorristi, massì

Ah, mi sta bene tutto.Che il coraggio chi non ce l'ha non se lo può dare e Saviano ce l'ha, Dio gliel'ha dato e chi glielo tocca.Chi glielo vuole togliere, per carità.
Che la lettera del bimbo condannato a morte sociale sicura perchè vuole quel che vuole anch'io, soldi, potere, donne, non morire nel letto senza soldi donne e potere, spunti fuori e tocchi il gentil animo di chi vorrebbe per lui only dolci sonni borghesi.La casettina in periferia, e le mille lire al mese.
Che la borghesìa sia il marcio, la vera camorra e che ci voglia lo Stato, figurarsi.Si sa il percorso, lo si conosce bene, inizi con la sopraffazione del non pagar multe e parcheggiar l'istesso in doppia fila e si finisce con l'ammazzar, di chiacchiere(magari su multe, soldi, donne e potere), la gente dal barbiere.
Si, mi va bene più o meno tutto dell'appello per Saviano, che è giovane e forte e non è ancora morto.
Però che mi si dica che le persone son potenti grazie al "silenzio della ragione", ebbene questa è un'offesa all'intelligenza dell'istinto, ed alla ragionevolezza antica della paura.La ragione in questi casi parla, altro che, scrive.Fa pure disegnini.



Pubblicato il 16/10/2006 alle 10.49 nella rubrica Cultura moderna.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web