.
Annunci online

ricchiuti


La Voce della Fogna-Rubrica di decomposizione


13 novembre 2006

Buoni, se potete

 

Formidabile Gennaro Carotenuto.E' diventato uno dei miei columnist storici.Uno che se lo leggi capisci e capirai sul serio, al di là d'ogni ragionevole dubbio, come e quanto le tue fondate obiezioni sulla naturale propensione alla bontà del genere umano siano destinate a non mutare mai.
Carotenuto ora traccia sinteticamente un parallelo tra due processi del secolo, quello a Saddam e quello a Pinochet.Di quello a Saddam dice che è una truffa però suggerisce come rimedio un'altra truffa, alla cura una malattia ben peggiore, l'ennesima Corte internazionale di Giustizia ad personam.Quella del tipo che il processo a Milosevic lo fan ancora più rapido a cadavere fumante.
Di quello a Pinochet, ad onor del vero un mezzo processo serio, mezzo perchè una democrazia che processa la realpolitick di una dittatura è una sconcezza intellettuale, serio perchè almeno, a condanna inevitabile ed avvenuta a gloria gloria dei Mapuche e degli eredi Prats, si è provveduto perlomeno a cestinare il pavido imbroglio di un geriatra al gabbio concedendogli i doverosi, ed in alcune "impazzite" democrazie da giardinetti ancora inusuali, arresti domiciliari.
Ma tutto questo Pippo Pippo non lo sa.Perchè parla col sangue alla bocca caricato, come fan spesso questi cattivi retori, di tutte le sofferenze dell'umanità, dai Bush che resistono resistono agli immancabili popoli andini sterminati in una sola assemblea di condominio, in un cattivissimo Getsemani.
Buono, Carotenuto.Buona intelligenza a lei.




permalink | inviato da il 13/11/2006 alle 11:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


10 novembre 2006

L'ovvio nei popoli

Nel libro di Berselli sull'intelligenza dei cattivi c'è il riferimento a Sogni d'oro come unico film morettiano nel quale compaia Giampiero Mughini.Errore.Presente nella sequenza finale di Ecce Bombo, ne innerva la comicità battutara non con l'analisi delle previsioni sulle elezioni politiche anticipate ("per me son tutti pazzi") ma con il teorizzare per la prima volta il non voler andare a trovare Olga.Utile e mondana pure lei.
Inoltre a pagina 26, "complicazione" invece di "complicanza".
Comunque l'impianto ontologico è forte e chiaro.Sin dalla nota di copertina.
Sono solo canzonette.
Sanremo è eterno.Vabbè.





permalink | inviato da il 10/11/2006 alle 22:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


10 novembre 2006

Giornata tendente al delirio, mancino di merda

E se è vero che il comunismo è un crimine che paga basti guardare le carriere degli anticomunisti.E se è vero, come è vero, che dello Spritz di Padova mi frega zero, quasi quanto la faccia attonita rasoterra la Jebreal al nunzio sta, primo piano usa ad obbedir tacendo, quando Santoro ha deciso di non querelare nessuno perchè gnocca senza testa se pò dì.Biondo senza testa no.
E se è vero che di notevole c'è che Afef si è finalmente depilata le ascelle.E che senza puzza, per far sentir quella dei soldi, a me non piace più.Ed è vero come è vero che l'articolo sferzante, il brillante, l'ennesimo brillante saggio su Scampìa, dalle parti di GiovaneTalpa.it, manco ve lo linko e non ve lo faccio proprio vedere.La maglietta del maniaco per carità subito è proprio un bel vedere.
Allora non deve esser men che vero che da maniaco me la canto e me la spasso fischiettando una canzone e sia proprio "La Rivoluzione è come il sesso" del corteo di Forza Nuova.




permalink | inviato da il 10/11/2006 alle 12:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


10 novembre 2006

Odo odi bertinottiane

 

 
Io sono ebreo, maniaco, etcetera




permalink | inviato da il 10/11/2006 alle 12:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


10 novembre 2006

Ammazza che fusto

 

Vista la manifestazione di Forza Nuova a Padova credo, su Anno Zero.
Roberto Fiore con splendida abbronzatura e tutti i capelli e loquace verbo da Muro di Berlino, l'ultimo baluardo dell'anticomunismo.
Il crimine paga.
 




permalink | inviato da il 10/11/2006 alle 12:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


10 novembre 2006

Manco quelli

 

Che puzza di piedi quando c'è Mani pulite...
 
°°°
 
Il contadino cavilloso
Invece di occuparsi di grandi opere, il ministro Di Pietro litiga con l’Europa

Il ministro delle Infrastrutture Antonio di Pietro continua la vertenza con l’Unione europea sulla fusione fra il gruppo spagnolo Abertis e la società Autostrade. Di Pietro ha già incassato due sconfitte dal commissario per la concorrenza Neelie Kroes. Per evitare che proseguisse la procedura di infrazione contro l’Italia ha annullato la lettera con cui l’Anas si opponeva alla fusione fra Abertis e Autostrade e ha ritirato l’emendamento alla legge finanziaria che impediva alle società partecipate da costruttori di essere concessionarie di autostrade in Italia. Ma, convinto che il rientro della procedura di infrazione deliberato dalla Kroes a seguito delle conseguenze alle modifiche italiane sia una sua mezza vittoria, Di Pietro ora insiste a voler rinegoziare la concessione con Autostrade. La fusione con Abertis consentirebbe di rivedere tutto quanto, per considerazioni di “interesse nazionale” che sarebbero ammesse dalle regole comunitarie. Abertis ha dichiarato che se i termini della concessione cambiano essa abbandonerà la partita. Ed è in arrivo un’altra procedura di infrazione comunitaria a cura del commissario al mercato interno Charlie Mc Creevy il quale ravvisa una violazione della libertà di movimento di capitali all’interno dell’Unione. Ci si aspettava che il ministro per le Infrastrutture dedicasse la sua attenzione prioritaria alla esecuzione delle opere di cui l’Italia ha disperato bisogno, non che passasse il tempo a inseguire cavilli legali, con la tenacia di un contadino che litiga col vicino per le piante di confine.

Il Foglio-editoriali, 09/11/06





permalink | inviato da il 10/11/2006 alle 12:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


10 novembre 2006

Malattie ereditarie

 

La Top 20 delle ereditiere.Gli scudi umani del capitalismo degenerato e secolarizzato al femminile, per alcuni.Altri alcuni sparerebbero anche a loro.Ma solo dopo sposati e con un maggiordomo di scorta.
 
 




permalink | inviato da il 10/11/2006 alle 11:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


8 novembre 2006

Bidòn bidòn, bidòn bidòn, Gaza bidòn Gaza bidòn

 

Leggiucchiando in giro.
Ma di che parlano 'ste moriture, a che resistono, a quale occupazione si riferiscono quando giustificano il folle gesto di piazzarsi davanti ad una artiglierìa "siam scudi umani contro l'occupazione", chè poi subito c'è l'eco in Italia di Resistenze mal digerite, "sissì, anche mia nonna partigiana faceva così", ma quando mai, la Resistenza Italiana era tutto fuorchè suicida e di gente che ambiva a farsi immortalare sui giornali.Visto che stanno a Gaza liberata, pensassero piuttosto, se proprio non ce la fanno a ribellarsi ai carcerieri col Kassam e non si pretende tanto, ai casi umani propri.
E poi Lieberman subito sugli scudi, con un giudice solerte subito alle calcagna, come a un Berlusconi qualunque, a riesumare vecchie immancabili immarcescibili storie di corruzione avvenute dove ? ma in Israele, i riscontri e prove dove ? ma all'estero, rogatorie rogatorie cercasi.
E' così che c'ero arrivato, passando per le "israeliane che fan lacrimare i bambini a scuola", a Fini.Dall'immane udite udite massacro bidone di Zeitun, in realtà un set tra un brocco furbo e gli All Blacks in mischia, otto Tshal uno Hamas e non è mica colpa dello Tshal.La mira può essere quel che è, anche uguale per tutti.La forza no.




permalink | inviato da il 8/11/2006 alle 22:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


8 novembre 2006

Leggiucchiando in giro

 

Leggiucchiando in giro.
Trovi su Informazionecorretta.com che sul processo-farsa, concordo chè come si fa a non farlo, e naturalmente l'avevo detto anch'io da anni come rifiutar ? , a Saddam Hussein han scritto Zolo, Fini e Blondet.Zolo sul Manifesto l'ho letto, chè era riportato, articolo sobrio per quanto stucchevole come un temino, giusta la figura scontata mica tanto dell'impossibilità a punire l'ex raìs in forza di figura di reato non prevista prima del reato stesso, il tempo in diritto penale è importante, bello il richiamo al proconsolato Bremer che ha scelto i giudici speciali un pò come Guido Rossi ma pedante quello alla Corte di Giustizia Internazionale, altro monstrum costruito sull'equivoco della "penalizzazione" della storia, del carcere alla politica degli stati.
Pure se serve a comparar Saddam e Bush.Pure dovesse servir ad impiccare pure Bush, se si è contro la pena di morte ed il giudizio stesso su Saddam Hussein lo si dovrebbe esser a ragion veduta pure dovesse starci Bush alla sbarra.
Altrimenti, siamo all'impasse logico.Oppure al dibattito vero, impiccato o fucilato ?, che avevo previsto, una diatriba tra falchi anzichè lo stormir forte delle colombe che si vorrebbe se non in cielo almeno sulla terra.O più in giù, sui giornali.
Fini non l'ho trovato, Blondet tuoni e fulmini per carità di Dio chissà quale giudizio di Domineddio attende gli impiccatori ebraici dell' Ultimo dei Gentili.
Però sul sito di Fini ho trovato di meglio.Un comunicato stampa illuminante su certe sorti comuni a certi Movimenti politici che come nascono già si conoscono.
 
Si comunica che in data 01/11/2006 sono state restituite a mezzo bonifico bancario le quote d'iscrizione a Movimento Zero a TUTTI COLORO CHE NE ABBIANO FATTO RICHIESTA UFFICIALE mandando, come SPECIFICATO nel precedente comunicato, una e-mail al seguente indirizzo: segreteria@massimofini.it
Grazie per la cortese attenzione,
Segreteria di Massimo Fini
 
Apperò.Siamo al rimborsati.Fine del movimento e ritorno a casa.Cioè, zero.




permalink | inviato da il 8/11/2006 alle 14:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


8 novembre 2006

Rita ? E' già a vita

 

 
Pure Rita Borsellino ? Misericordia.E allora ditelo.E' già una condanna a vita per sè, i suoi e gli altri essere una Borsellino, c'è mica bisogno del laticlavio.




permalink | inviato da il 8/11/2006 alle 14:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia           
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Versi infamanti
Archivio
Articoli altrui
Posta
Pruderie
Sto leggendo
Heroes & villains
Anteprime
Liala
Andrea's version collection
Caro Diario
Scandal ?
Politicamente corretto
Diario Bertinotti
Cultura moderna
Operazione simpatìa
La Voce della Fogna-Rubrica di decomposizione
Vado a letto dopo Ricchiuti -rubrica di non affiliazione
Markette acchiappa click
L'ultima raffica
Dicono di lui
Appuntamento col sentimento
Dalla parte della Reazione
The Adolf Hitler dance
Spigolature quasi, non proprio, quotidiane
Morte di un giornalettista
Isn't she lovely ? Parlatene di Uic purchè ne parliate
George & Mildred
Et in arcadia ego
Dimostrazioni
L' immoralista

VAI A VEDERE

La Santa Sede
Anno Paolino-indulgenze plenarie
Radio Vaticana
Langone
Il Foglio
Lemonsound
Mario Adinolfi (La Montagna Disincantata )
Dacia Valent nuovo che avanza
Miguel Martinez
TopG, la satira del rubare le caramelle a un bambino, il divert.autentico che non dovrebbe piacerci
Msn-Gruppi
Edicola
GIORNALETTISMO
Makìa
Ciclofrenia-ricordati di leggerlo perché è bravo
Luigi Castaldi, non possiamo non dirci











CERCA