.
Annunci online

ricchiuti


Sto leggendo


17 marzo 2006

Manifesti contro

I "Manifestanti", Pera-Rifondazione, Magna Carta-Liberazione, Quagliariello-Gagliardi.
Su una cosa ha ragione Quagliariello : libero concorrimento di idee e valori alla cosa pubblica.
E chi vince ha ragione comunque a prendersi tutto.
Le ragioni e tutto il resto.Se e quanto resta.
---
A proposito di forza contrattuale ai due distinti "pronunciamienti", volgarmente "adesioni", a quello di Pera manca la controfirma di Berlusconi, Fini e Casini.In cambio però il Papa si è fatto fotografare per lui.Quello di Liberazione, non pervenuto neanche.Il Movimento per l'Occidente marcerà presto in manifestazione e ha settemila circa mail di solidarietà su web.Il Movimento di reazione neanche quello.Fuochi di paglia, con se e ma, vs. fuochi fatui.




permalink | inviato da il 17/3/2006 alle 14:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


12 marzo 2006

"Olocausto : dilettanti allo sbaraglio "

Mattogno è un rompicoglioni.Nel senso buono.Chi conosce, anche epidermicamente, la letteratura revisionista sa delle lunghe digressioni a puntualizzare il più infimo dei particolari, con annesso mastodontico ed inevitabile apparato bibliografico.
Ecco, moltiplicate per sessantasette volte sette e lo avrete.Mattogno è qui, in mezzo a voi. 
Sto leggendo, a dire il vero una rilettura, una sua operetta del 1996, "Olocausto : dilettanti allo sbaraglio", una batteria gustosa per quanto pesante di controrecensioni di letteratura cosiddetta "olocaustika". 
La parte più godibile, secondo il mio intendimento e scopo critico-conoscitivo, è quando fa letteralmente a pezzi Deborah Lipstadt, quella che ha prima diffamato e poi vinto il povero Irving in Tribunale riguardo una ben più meschina questione di vanità letteraria e di contratti editoriali sontuosi fatti sfumare.Quelli di Irving, naturalmente.
Nel merito, non dico nulla.Al dibattito tra revisionismi assisto solamente e se il caso dal buco della serratura.Specie quando il confronto è tra uomini di penna e uomini di legge.
Però Mattogno ha ragione quando sostiene che la materia non è pane per i deboli denti dei dilettanti.L'autore parla e scrive in più lingue e ciò gli consente di attingere ai testi in originale.
Fossi in voi, mi farei impressionare.
Non so un religioso silenzio.Ma ad un laico timor panico io mi ci abbandonerei senza se e senza ma.




permalink | inviato da il 12/3/2006 alle 12:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia           
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Versi infamanti
Archivio
Articoli altrui
Posta
Pruderie
Sto leggendo
Heroes & villains
Anteprime
Liala
Andrea's version collection
Caro Diario
Scandal ?
Politicamente corretto
Diario Bertinotti
Cultura moderna
Operazione simpatìa
La Voce della Fogna-Rubrica di decomposizione
Vado a letto dopo Ricchiuti -rubrica di non affiliazione
Markette acchiappa click
L'ultima raffica
Dicono di lui
Appuntamento col sentimento
Dalla parte della Reazione
The Adolf Hitler dance
Spigolature quasi, non proprio, quotidiane
Morte di un giornalettista
Isn't she lovely ? Parlatene di Uic purchè ne parliate
George & Mildred
Et in arcadia ego
Dimostrazioni
L' immoralista

VAI A VEDERE

La Santa Sede
Anno Paolino-indulgenze plenarie
Radio Vaticana
Langone
Il Foglio
Lemonsound
Mario Adinolfi (La Montagna Disincantata )
Dacia Valent nuovo che avanza
Miguel Martinez
TopG, la satira del rubare le caramelle a un bambino, il divert.autentico che non dovrebbe piacerci
Msn-Gruppi
Edicola
GIORNALETTISMO
Makìa
Ciclofrenia-ricordati di leggerlo perché è bravo
Luigi Castaldi, non possiamo non dirci











CERCA